Marchetti Prospero al Monte Stivo (Rifugio)

Marchetti Prospero al Monte Stivo (Rifugio)

Marchetti Prospero al Monte Stivo (Rifugio)

La costruzione del rifugio sul monte Stivo nasce da un’idea di Vittorio Stenico che nel lontano 1904, per paura che si verificasse un caso simile a quello avvenuto per il rifugio Tuchett dove vennero costruiti due rifugi adiacenti, uno dagli italiani e uno dagli austriaci, Stenico decise di intervenire con la S.A.T. acquistando il diritto di costruzione sui pascoli dei fratelli Finotti posti in vetta allo Stivo. La progettazione fu affidata all’allora podestà di Arco, Carlo Marchetti, mentre dell’esecuzione dei lavori fu incaricato Giacomo Martinelli che iniziò nel 1905 per terminare l’anno successivo con l’inaugurazione tenutasi il 7 ottobre.
Il rifugio venne così intitolato a Prospero Marchetti cofondatore nel 1872 insieme a Nepomuceno Bolognini ed altri trentini della S.A.T., nonché primo presidente del sodalizio.
Nella sua storia l’edifico fu sottoposto a varie ristrutturazioni, modernizzazioni e ampliamenti. Gli ultimi lavori furono eseguiti nel 2016-2017 con il rinnovo dell’impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, sufficiente al fabbisogno della struttura.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato