Soria – Ellena (Rifugio)

Soria – Ellena (Rifugio)

Soria – Ellena (Rifugio)

L’idea di costruire un piccolo rifugio nell’alto vallone del Gesso della Barra era meditata dalla SUCAI sul finire degli anni ’50, un’accellerazione fu data dopo la scomparsa, per malattia, di Edoardo “Dado” Soria, valentissimo alpinista con doti non comuni, autore di numerose ed impegnative salite nelle Alpi Marittime, di cui si voleva onorare la memoria. Dopo estati di faticoso lavoro e dolorosi rinvii, il rifugio venne inaugurato il 10 dicembre 1961, e fu dedicato alla memoria di “Dado”. Mani vandaliche ed incuria contribuirono in poco tempo al degrado interno dell’opera, aggravatosi nonostante ripetuti interventi tampone per arginare le falle più grosse, tutto questo nel corso di appena un decennio; gli acciacchi erano fin troppo vistosi.
Nel 1979, data del primo restauro, venne aggiunta una seconda dedica ad un altro alpinista piemontese, compagno di Dado Soria, Gianni Ellena. Nel 2000 è stato restaurato per l’ultima volta, portando la capienza complessiva a 65 posti letto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato