Rivetti Alfredo (Rifugio)

Rivetti Alfredo (Rifugio)

Rivetti Alfredo (Rifugio)

Trascorsero ben 12 anni dal primo stanziamento di 500 lire nel 1909, all’inaugurazione nel luglio del 1921, per vedere realizzato il rifugio intitolato ad Alfredo Rivetti; travolto dal una valanga, assieme al compagno Giovanni Edelman, nei pressi del Colle della Grande Mologna  nel 1911. Va detto che anche la Prima Guerra Mondiale aveva contribuito a rallentare il progetto fortemente voluto da Maurizio Sella, presidente della sezione CAI di Biella.
Si ricorda che 1925 il rifugio fu danneggiato per la prima volta da una valanga staccatasi dalla Punta dei Tre Vescovi che lo distrusse parzialmente. Prontamente ricostruito, fu innalzato nel contempo anche uno sbarramento contenitivo che nelle intenzioni avrebbe dovuto evitare il ripetersi di eventi simili. Purtroppo non bastò, nell’inverno del 1928 un’altra valanga si abbatté nuovamente sul rifugio distruggendolo completamente.
Si evinse che la scelta del luogo della costruzione si rivelò ancora una volta infelice.
Protagonista della ricostruzione fu ancora la famiglia Rivetti la quale si sobbarcò l’onere delle spese. Il nuovo rifugio venne realizzato in una splendida posizione sempre nel Vallone della Grande Mologna a monte di quello distrutto; l’inaugurazione ebbe luogo l’11 settembre del 1935. Ulteriori restauri e ampliameti sono avvenuti negli anni successivi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato