Monte Bianco – UGET (Rifugio)

Monte Bianco – UGET (Rifugio)

Monte Bianco – UGET (Rifugio)

Dal 1925 la Sezione UGET di Torino organizzava tradizionalmente ogni estete un grande campeggio. Vere e proprie tendopoli dove venivano ospitati anche importanti personaggi dell’alpinismo dell’epoca; generalmente in Val d’Aosta ma talora anche in Valsesia.
Sfortunatamente, la notte del 25 giugno 1952, un furioso incendio propagato da una baita, distrusse tutta l’attrezzatura per il campeggio che era immagazzinata in un complesso di fabbricati che costituivano il nucleo centrale del campeggio in Val Veny (Courmayeur). L’anno successivo i ruderi della baita bruciata vennero acquistati dalla Sezione, la struttura venne ricostruita ed il 16 luglio del 1953 venne inaugurato il rifugio Monte Bianco. Nell’inverno 1970-71 venne sperimentata con successo l’apertura invernale del rifugio. Nel febbraio del 1990 una violenta bufera scoperchiò il rifugio causando notevoli danni (200 mq di tetto da rifare); alla ricostruzione del tetto seguì un ristrutturazione interna che venne inaugurata nel 2002. Nel 2004 il rifugio Monte Bianco riceve la certificazione ISO 14001 per il minor impatto ambientale, educazione di comportamento del gestore e degli utilizzatori; soltanto pochissimi rifugi alpini possono vantare tale certificazione.
Nei pressi del rifugio continuò per anni la consuetudine del campeggio estivo, aperto anche ad altre sezioni del CAI. Successivamente le tradizionali tende vennero sostituite da piccoli chalet in legno, ma negli ultimi anni l’amministrazione comunale di Courmayeur ha revocato il permesso sia per le tende che per i chalet.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato