Magnolini Leonida (Rifugio)

Magnolini Leonida (Rifugio)

Magnolini Leonida (Rifugio)

L’idea di realizzare un rifugio sul Pian di Palù risale agli anni ’20. L’interesse di avere un punto di appoggio era stato caldeggiato sia dallo Sci Club che dal CAI di Lovere. Nel 1936 con una delibera del comune di Volpiano vengono donati alla sezione CAI 2500 mq di terreno per la costruzione.
Iniziative per finanziare l’opera, come l’emissione di obbligazioni, vengono attivate fin da subito in quanto le pratiche per dei finanziamenti statali sarebbero state lunghe e di esito incerto.
L’arrivo della guerra fermerà la realizzazione che verrà completata soltanto alla fine del conflitto.
La spinta alla ripresa dell’opera fu data da Gian Antonio Magnolini padre di Leonida, che per onorare la memoria del figlio caduto in guerra, donò una cospiqua somma di denaro oltre ad un’instancabile azione organizzativa dei lavori dell’atteso rifugio.
Nell’estate del 1946 si entra realmente nella fase esecutiva. E’ certamente un atto di coraggio perchè in momenti economici cosi difficili si affronta con fiducia, speranza e generosità da parte di enti e volontari un’opera che costerà più del doppio di quanto si a disposizione.
Finalmente il 29 agosto del 1948 ci fu l’inagurazione del rifugio dedicato alla memoria di Leonida Magnolini; già distintosi con onore nella Grande Guerra, fu richiamato poi alle armi nel 2° Reggimento Artiglieria Alpina della Brigata Tridentina, venne mandato sul fronte russo dove trovò la morte nel gennaio del 1943.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato