Finonchio – F.lli Filzi (Rifugio)

Finonchio – F.lli Filzi (Rifugio)

Finonchio – F.lli Filzi (Rifugio)

Della costruzione di un rifugio sulla cima del Finonchio si incominciò a parlare già nel 1912; da anni meta preferita di passeggiate e molto frequentata da parte dei roveretani.
Creato un comitato di interesse per il manufatto, furono gettate le fondamenta ma lo scoppio della guerra fermò subito i lavori. Il progetto fu ripreso dalla Sezione SAT di Rovereto nel dopoguerra che affida la direzione dei lavori all’architetto Pietro Marzani.
Il rifugio venne inaugurato poi nel 1930 e dedicato ai fratelli Fabio e Fausto Filzi, caduti nel corso del primo conflitto mondiale.
La seconda guerra mondiale non risparmiò la struttura del rifugio, presa di mira da soldati e vandali che lasciarono solo un cumulo di macerie. Nessuno ebbe dubbi sulla sua ricostruzione ma si dovette attendere per una decina di anni fino al 1956.
Il nuovo rifugio ricostruito venne inaugurato nel 1957; presentava caratteristiche costruttive ed estetiche singolari rispetto a quelle solitamente impiegate per i rifugi alpini; di forma rettangolare si distingue per la linea del tetto, a volta semicilindrica.
Nel 2010 il Consiglio Direttivo della SAT di Rovereto ha dato il via alla ristrutturazione del rifugio non ritenendolo più rispondente alle esigenze di funzionalità, sicurezza e comfort.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato