Cima Libera (Rifugio) già Karl Franz Josephütte

Cima Libera (Rifugio) già Karl Franz Josephütte

Cima Libera (Rifugio) già Karl Franz Josephütte

Il rifugio Cima Libera fu costruito dalla sezione DuÖAV di Teplitz nel 1891 accanto al primo vecchio rifugio fatto costruire dal prof. Carl Müller di Tepliz (alpinista benestante) a pochi metri dal confine italo-austriaco, tra la Cima Libera e la Cima del Prete. Seguì un periodo di accesi contrasti sulle caratteristiche del nuovo rifugio, sia interni alla Sezione, sia con la Sezione di Hannover che nel 1894 aveva costruito il rifugio sul Bicchiere e temeva la concorrenza. Il nuovo rifugio fu costruito negli anni 1907-1908, per una capienza di 38 posti letto e inaugurato il 18 agosto del 1908 con il nome di “Erzherzog Karl Franz Josef-Schutzhaus” (l’Imperatore Francesco Giuseppe, patrocinatore dell’opera). Le vicissitudini della costruzione non erano però finite. Pochi giorni dopo l’inaugurazione scoppiò un’epidemia di tifo tra gli operai addetti alle ultime rifiniture, il cantiere fu messo in quarantena e poi chiuso all’approssimarsi dell’inverno. I lavori furono ultimati l’anno successivo ed il nuovo rifugio fu aperto agli alpinisti nel luglio del 1909. Danneggiato gravemente durante la seconda Guerra Mondiale fu riattato e riaperto con servizio di alberghetto dalla sezione CAI di Bolzano nell’estate del 1950.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato