Viberti Candido (Rifugio)

Viberti Candido (Rifugio)

Viberti Candido (Rifugio)

La prima costruzione posta a 1800 mt. in località Grange della Valle nel vallone del torrente Galambra in val di Susa, risale all’anno 1948, grazie all’ iniziativa del gruppo escursionistico UET di Torino.
Il rifugio venne dedicato alla memoria di Candido Viberti che ne sostenne e curò la costruzione, ricavata da una casermetta militare in stato di abbandono.
Venne donata nel 1972 dalla famiglia Viberti, con un lascito, al Comune di Rivoli che ne concesse l’utilizzo alle associazioni cittadine che svolgessero le proprie attività in montagna, come la sezione CAI e lo Sci Club di Rivoli.
La buona gestione alternata e concordata dei due Sodalizi conduce negli anni il Viberti a diventare un importante luogo di incontro e aggregazione anche per gruppi consistenti di persone.
Negli anni non sono mancati i lavori di manutenzione, di rinnovo e ammodernamento dei locali grazie anche all’intervento del Comune di Rivoli.
Col tempo è cambiato anche l’utilizzo della struttura che è divenuta luogo di incontro e di soggiorno per scolaresche, gruppi scout e associazioni diverse, per iniziative di accoglienza di ragazzi con problemi familiari o provenienti dalla Bielorussia e di altri del “Progetto Davide”.
Il progetto originale e la volontà dei donatori e dei beneficiari ha fatto sì che la destinazione del rifugio ad uso dei soci rimanesse preminente su ogni altro utilizzo, per cui oggi il Viberti rientra nel novero delle capanne sociali, destinate ad uso interno della Sezione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato