Fantoli Antonio (Rifugio)

Fantoli Antonio (Rifugio)

Fantoli Antonio (Rifugio)

La storia del rifugio ebbe inizio il 22 dicembre 1946 quando il Dr.Luciano Fantoli donò alla neonata sezione CAI di Pallanza un rudere sito all’Alpe Ompio a condizione che una volta ristrutturato e riconvertito a rifugio alpino venisse dedicato al geometra Antonio Fantoli; l’edificio era alquanto vetusto e completamente inagibile a causa degli eventi bellici che lo avevano pressoché distrutto.
Il 27 marzo 1947 un gruppo di soci si recò sul posto a visitare le condizioni del rudere.
Nella seduta di consiglio del 12 luglio dello stesso anno venne presentato il progetto ed i relativi costi della ristrutturazione.
I lavori vennero svolti quasi interamente dai soci. Nell’estate 1948 don Giuseppe Soldani, parroco di Rovegro, benedì il rifugio ormai terminato.
Dopo appena quattro anni venne ampliato verso monte unendo alla casa Fantoli un nuovo edificio, come si presenta nella veste attuale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato