Chiarmetta a Pra Fieul (Rifugio) (privato)

  • Regione: Piemonte
  • Località: Giaveno (Torino)
  • Sezione: Affiliato alla sezione di Torino
  • Anno di costruzione: 1952
Chiarmetta a Pra Fieul (Rifugio)

Chiarmetta a Pra Fieul (Rifugio)

L’ex rifugio Chiarmetta prendeva il nome dalla località in cui venne costruito, lungo la strada provinciale che da Giaveno sale all’Alpe Colombino a quota 920 mt dove negli anni ’60 ’70 era attiva la stazione di sport invernali nota come “l’Aquila” dal nome del monte sul quale si sciava.
Il primo rifugio non aveva la forma attuale, era il risultato della ristrutturazione di una baita preesistente, composto da una cucina e da due camere che potevano ospitare al massimo otto persone in letti a castello.
Il primo proprietario fu il sig. Luigi Usseglio Viretta che lo inaugurò nel 1952, alla presenza di una rappresentaza del CAI Torino a cui venne affiliato; ai soci della Sezione torinese venivano praticate condizioni di favore.
Un chilometro a monte si trova Prafieul, piccola località che rivendica l’onore di essere stata la culla dello sci alpino in Italia. Qui infatti fin dal 1898 si ritovava il gruppo torinese di Adolfo Kind per le prime esperienze di discesa lungo le pendici del Monte Cugno D’Alpet.
Negli anni successivi con lo sviluppo della fortunata stazione sciistica la costruzione venne ingrandita fino a poter ospitare 120 persone.
Attualmente la struttura, in parte modificata, è stata adibita a casa di riposo.


2 Risposte

  1. enrico ha detto:

    Che bella testimonianza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato