Hochjoch hospitz (Rifugio)

Hochjoch hospitz (Rifugio)

Hochjoch hospitz (Rifugio)

La baita originaria fu costruita su iniziativa di Franz Senn tra il 1869 ed il 1872 a 2450 mt. di altitudine sul versante sud-orientale della Rofental. Nel 1911 venne ceduta a Marco Brandeburgo dell’Apenverein (DuÖAV) tedesco e austriaco.
Il rifugio fu progettato sotto forma di un edificio tozzo con il tetto in lamiera addossato al pendio della montagna, cosa comune all’epoca, in modo che eventuali valanghe potessero scivolare sopra il tetto.
La capanna fu saccheggiata durante la prima guerra mondiale, le pareti esterne furono deformate dalla pressione del pendio e il tetto fu più volte distrutto dalle valanghe, tanto da non essere più utilizzabile.
All’inizio degli anni venti si decise di costruire una nuovo rifugio in posizione diversa. Nel 1927 venne costruito il nuovo ospizio Hochjoch sul lato opposto della valle Rofental ed il vecchio edificio abbandonato.
Tra il 2002 e il 2004 ha avuto luogo un’accurata ristrutturazione con nuove tecnologie edilizie.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2022 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato