Bèdole (Rifugio) già Rifugio Bolognini in Bèdole (privato)

Bèdole (Rifugio) già Rifugio Bolognini in Bèdole

Bèdole (Rifugio) già Rifugio Bolognini in Bèdole

Il rifugio Bedole costruito all’inizio della Val Genova dal nonno degli attuali proprietari ed a lui dedicato, Adamello Collini, celebre guida alpina e medaglia d’oro al valor civile, figlio e nipote dei primi salitori dell’Adamello e della Presanella. Spentosi nel campo di concentramento di Mauthausen nel 1945, lasciava ai suoi famigliari, alla moglie Lina e ai figli Remo, Liberio e Gemma (ndr: oggi tutti scomparsi). Il rifugio che si era costruito con le sue mani, a prezzo di enormi sacrifici, proprio nei luoghi dove la SAT nel 1886 aveva eretto il rifugio Bolognini, distrutto durante la prima guerra mondiale nel 1917. Adamello aveva iniziato la costruzione del rifugio nel 1931, ma nell’inverno dello stesso anno una valanga l’aveva distrutto. L’anno successivo, scelta un’area meno esposta alle frane, gettò le basi per la nuova costruzione, che ultimò in un paio di stagioni.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.