Rossi Enrico (Rifugio) già Rifugio Pania

Rossi Enrico (Rifugio) già Rifugio Pania

Rossi Enrico (Rifugio) già Rifugio Pania

Alla metà dell’800 iniziava a mutare l’idea che la montagna non fosse solo destinata ad agricoltura e pastorizia ma poteva diventare luogo di svago, conoscenza o piacere nel salire le cime dei monti.
Grazie al Club Alpino Italiano profusore di questa nuove idee che investono anche l’interesse per la zona delle Apuane, nel giro di pochi anni si iniziò a costruire il primo rifugio. Era il 1902 quando la sezione CAI ligure pose la prima pietra del rifugio Aronte, il primo nelle Apuane.
A quei tempi la zona di Lucca era dipendente del CAI di Firenze che, nel 1923, alla richiesta dei soci lucchesi di formare una sezione autonoma, non ne dette il consenso. Tanto fu che subito l’anno successivo, il 24 agosto 1924, venne inaugurato il rifugio Pania, così chiamato inizialmente, posto nella vallata fra due montagne, la Pania della Croce e la Pania Secca.
La struttura era molto semplice e spartana, fu eretta con molti sacrifici, la spesa per la neonata Sezione fu importante ma la soddisfazione di dare ricovero e riparo agli amanti di quelle montagne era ancor maggiore.
Di li a poco cambiò il nome all’attuale Rifugio Rossi, in memoria del giovane alpinista lucchese Enrico Rossi morto in un incidente stradale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.