Capanna scientifica Saracco – Volante (Rifugio)

Capanna scientifica Saracco – Volante (Rifugio)

Capanna scientifica Saracco – Volante (Rifugio)

La capanna fu costruita nel 1967 dal Gruppo Speleologico Piemontese con l’aiuto della sezione CAI-UGET di Torino; il rifugio fu dedicato a Cesare Volante, morto sull’Himalaya, ed Eraldo Saracco, caduto a Su Anzu, in Sardegna alla fine degli anni ’60.
La posizione del rifugio fu scelta per avere un punto d’appoggio nell’esplorazione del complesso di Piaggiabella, sistema di grotte che si sviluppa per oltre 40 km.
Si trova a breve distanza da tre degli ingressi del sistema, quello propriamente detto “Piaggiabella”, quello noto come “Buco delle radio” e quello chiamato “Suppongo”.
Il locale principale è una costruzione in lamiera, con tetto a spioventi, lo spiovente di monte arriva fino a terra costituendo nella parte bassa un deposito per i materiali. È dotato di 12 posti letto, angolo cottura con fornello a gas, ed impianto di illuminazione a pannelli solari. Il locale non è custodito, ed è normalmente chiuso; le chiavi sono depositate presso la sede del G.S.P. di Torino.
Successivamente è stato costruito anche un locale invernale, sempre aperto, adiacente al principale, dispone di 12 posti letto e di un telefono di emergenza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.