Devoto Antonio al Passo del Bocco (Rifugio) ex Albergo Lusardi

Devoto Antonio al Passo del Bocco (Rifugio) ex Albergo Lusardi

Devoto Antonio al Passo del Bocco (Rifugio) ex Albergo Lusardi

Il rifugio Antonio Devoto, è stato realizzato mediante il recupero di un vecchio albergo di proprietà della Fondazione “Antonio Devoto” di Chiavari, da tempo in stato di abbandono.
La sua posizione, presso il Passo del Bocco ai piedi della faggeta del Monte Zatta, tra le provincie di La Spezia e Parma, lo colloca strategicamente lungo il tracciato dell’Alta Via dei Monti Liguri e dell’Ippovia Velleiate, a breve distanza dalla Miniera di Gambatesa, sito d’interesse del Parco dell’Aveto.
Il Rifugio, particolarmente attrezzato per l’accoglienza di escursionisti, scolaresche e gruppi organizzati, è affidato in gestione al CAI di Chiavari.
L’edificio è stato intitolato ad Antonio Devoto, filantropo, nato a Lavagna nel 1832 e morto a Buenos Aires nel 1916, la cui generosità e lungimiranza, unite alla determinata volontà della moglie, permisero la realizzazione dell’albergo e della grande struttura nota come “Colonia Devoto”, fatta realizzare negli anni ’30 sulle pendici del Monte Zatta, adibita in origine all’accoglienza di fanciulli poveri e che, nel dopoguerra ebbe diversi utilizzi, tra cui, per la salubrità della zona, quello di casa di cura per malattie polmonari.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.