Zanotti Ervedo al Piz (Rifugio) già Rifugio Marco Tessari

  • Regione: Piemonte
  • Località: Pietraporzio (Cuneo)
  • Sezione: Genova
  • Anno di costruzione: 1943
Zanotti Ervedo al Piz (Rifugio) già Rifugio Marco Tessari

Zanotti Ervedo al Piz (Rifugio) già Rifugio Marco Tessari

La costruzione del rifugio venne iniziata nel 1940 e terminata nel 1943. Fu dedicata a Marco Tessari, maggiore degli alpini, travolto da una valanga poco sotto la vetta del Becco Alto d’Ischiator nel 1940. Al termine della guerra il rifugio ne uscì gravemente danneggiato, le cure per il restauro vennero affidate dal Ministero della Difesa alla sezione ligure del CAI . Il nuovo rifugio venne poi inaugurato il 19 settembre del 1948 e dedicato alla memoria di Ervendo Zanotti, noto magistrato, segretario e consigliere della sezione ligure nell’immediato dopoguerra.
Il rifugio Zanotti è un edificio semplice costruito con pietrame locale e diviso su due piani. Al piano terra si trovano la cucina e la sala da pranzo, una camerata comune ed una cameretta; al primo piano c’è un secondo dormitorio comune. Il rifugio non è gestito, le chiavi si possono ritirate a Pietraporzio in tutto l’arco l’anno. È provvisto di acqua corrente e di impianto elettrico con alimentazione a pannelli fotovoltaici. Il riscaldamento è mediante stufa a legna.
Gli ultimi lavori di restauro, all’interno del rifugio, risalgono al 1979.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright 2021 - Web Design Gionata Legrottaglie - Curatore web Alberto Zanellato