Baion – Boni Elio (Rifugio)

Baion – Boni Elio (Rifugio)

Baion – Boni Elio (Rifugio)

Il gruppo delle Marmarole sono montagne in passato trascurate dagli alpinisti ma utilizzate da pastori e allevatori quando l’economia della montagna era quasi esclusivamente pastorizia.
Il comune di Domegge possedeva diverse casere, molte delle quali ormai abbandonate, una delle prime fu quella al Prà di Toro, ai piedi degli Spalti, oggi scomparsa, ma sostituita dal rifugio Padova.
Dall’altra parte del Piave, sotto le crode del Ciastellin, il comune di Domegge concesse alla locale sezione del CAI la vecchia casera Baion, già utilizzata dai primi scopritori delle Marmarole come base logistica, per riconvertirla a rifugio alpino.
La casera già abbandonata nel 1969 (anno in cui alpeggiavano 40 bovini, dai 105 del 1943) fu restaurata e finanziata grazie all’opera volontaria dei soci della Sezione.
Il rifugio Baion, inaugurato nel 1971, è composto di 12 vani con 35 posti letto. Dedicato a Elio Boni, alpinista cadorino ed ex sindaco di Domegge.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.