Conti Attilio (Rifugio) già Rifugio SUCAI a Linguaglossa (distrutto)

  • Regione: Sicilia
  • Località: Linguaglossa (Catania)
  • Sezione: Catania, poi Linguaglossa
  • Anno di costruzione: 1930
Conti Attilio (Rifugio) già Rifugio SUCAI a Linguaglossa

Conti Attilio (Rifugio) già Rifugio SUCAI a Linguaglossa

La costruzione sorta a m. 1585 sul versante nord dell’Etna fu costruita nel 1923 dal Comune di Linguaglossa come alloggio per gli operai addetti alla teleferica per il trasporto del legname dal bosco Regabo al paese.
Nel 1929 il Comune assegnò la casa, ormai inutilizzata, alla sezione CAI di Catania e questa la dette in gestione alla sottosezione S.U.C.A.I. (Sottosezione Universitaria del CAI) che la riattò e la convertì in rifugio alpino.
Nel febbraio del 1930 venne così inaugurato il rifugio S.U.C.A.I. che servì da base per le escursioni e per numerose gare di sci per tutto il decennio successivo.
Negli ultimi anni del fascismo le S.U.C.A.I. furono sciolte in favore dei G.U.F. (Gruppi Universitari Fascisti) e la sezione C.A.I. di Catania lo cedette in gestione alla sottosezione di Linguaglossa, poi diventata Sezione autonoma. Gestito dal cav. Carmelo Greco, uno dei più attivi ed entusiasti appassionati di montagna della provincia etnea, lo curò con attenzione, rimediando ai danni che si erano nel frattempo prodotti.
Nel 1957 istituì due cantieri di lavoro che arricchirono il rifugio ampliandolo con altre stanze e sistemando altre due cisterne.
Il rifugio venne allora battezzato col nome “Attilio Conti”, a ricordo di un socio della locale Sezione CAI, caduto in Libia durante la seconda Guerra Mondiale.
Da allora il rifugio ebbe un nuovo periodo di fervente utilizzo fino al 1971, quando, durante una violenta tormenta, parte del tetto cadde sotto il peso della neve e la costruzione rimase inservibile, il susseguirsi di terremoti ne completarono l’opera di distruzione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.