Bocca di Biandino (Rifugio) (privato)

  • Regione: Lombardia
  • Località: Introbio (Lecco)
  • Sezione: SEL
  • Anno di costruzione: 1932
Bocca di Biandino (Rifugio)

Bocca di Biandino (Rifugio)

Il rifugio Bocca di Biandino fu costruito nel 1932 per iniziativa di un gruppo di lecchesi che lo dettero in gestione alla SEL (Società Escursionisti Lecchesi).
Nel 1940 la costruzione fu venduta all’avv. Arrigoni di Introbio, la cui famiglia, nella persona dell’avv. Giovanni, ne conserva tuttora la proprietà. Dopo il passaggio di propietà anche la SEL lasciò la gestione del rifugio, che continuò a conduzione privata.
Nell’ottobre del 1944 nel corso del secondo conflitto mondiale il rifugio fu raso al suolo dai nazifascisti per impedirne l’utilizzo da parte dei partigiani; venne poi ricostruito negli anni 1948-1950.
Il vecchio rifugio, già di notevoli dimensioni, è stato ora più che raddoppiato. E’ stata creata una terrazza esterna all’ingresso, costruiti dei garage sotterranei, a fianco della vecchia costruzione ne è stata eretta una nuova di quattro piani, grazie all’abbattimento di una parte della pineta circostante che mimetizzava la vecchia costruzione. L’operazione edilizia ha sollevato non poche polemiche in valle per i quanti contrari alla costruzione “dell’ecomostro in Valsassina”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.