Di Donato Filippo (Rifugio)

Di Donato Filippo (Rifugio)

Di Donato Filippo (Rifugio)

Il gruppo della Majella e del Morrone non hanno mai avuto una grande tradizione in fatto di rifugi alpini, fatta eccezione per l’ex rifugio Vittorio Emanuele II sulla vetta del Monte Amaro.
Da alcuni anni la sezione CAI di Pescara ha preso in gestione alcuni stazzi pastorizi abbandonati, riattati a rifugi, disseminati nel Parco della Majella, come il rifugio Barasso al Prato della Corte al Monte Rapina e il rifugio Iaccio della Madonna al Monte Marrone; si tratta per lo più di rifugi incustoditi con pochi suppellettili ma utili punti di appoggio per gli escursionisti.
Un’altro ricovero, immerso in una bella faggeta nella riserva naturale denominata “Lama Bianca”,  si trova il rifugio Filippo Di Donato. L’edificio  consta di due ambienti con una capacità di 8 posti letto, a piano terra si trovano un camino, una stufa ed una cucina a gas con suppellettili, al piano superiore le cuccette con i materassi.
Per accedervi è necessario chiedere le chiavi alla Sezione.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.